Dipartimento Tecnologie Energetiche

Sicurezza ed efficienza delle infrastrutture urbane

Sicurezza ed efficienza delle infrastrutture urbane
Referente: 
Maurizio Pollino

Gli aspetti relativi alla sicurezza ed efficienza delle Infrastrutture Critiche (CI, Critical Infrastructure) ed alla loro protezione, sono al centro dell’Agenda Europea e Internazionale da ormai molti anni. Dati recenti mostrano una tendenza all’aumento del numero dei disastri che colpiscono le CI, del numero delle vittime e dei costi relativi ai danni materiali causati da tali eventi. L’utilizzo di migliori strumenti per supportare le azioni di previsione e gestione delle emergenze è pertanto una strategia fondamentale al fine di una riduzione dei danni globali.

L’ENEA, in particolare tramite il Laboratorio “Analisi e Protezione delle Infrastrutture Critiche” (APIC), ha partecipato e partecipa a vari progetti EU e Nazionali, attuati anche in linea con le indicazioni comunitarie: in questi ambiti, sono state concepite una serie di tecnologie innovative e realizzati strumenti per l’analisi e la protezione delle infrastrutture critiche che, specie in ambito urbano, trasportano informazioni, energia e prodotti energetici, consentendo l’erogazione di servizi essenziali ai cittadini.

Per raggiungere i suddetti obiettivi, è necessario analizzare i fenomeni che costituiscono pericoli per le infrastrutture (cyber, indotti da eventi meteo-geofisici, di natura antropica, etc.), al fine di sviluppare nuovi strumenti e piattaforme per la protezione e l’aumento della resilienza di tali sistemi. Occorre, inoltre, tenere conto dell’interazione reciproca tra CI e territorio, definendo modelli di propagazione di guasti (indotti da fenomeni di (inter)-dipendenza) e supportando lo sviluppo di contromisure efficaci per ridurre l’impatto dei guasti e la gestione efficiente delle crisi.

L’obiettivo finale, pertanto, è la realizzazione di strumenti avanzati per fornire supporto sia agli operatori delle Reti di CI sia alla Pubblica Amministrazione, responsabile per le azioni di previsione e gestione delle emergenze.